La primavera è una delle quattro stagioni delle zone temperate.

Astronomicamente inizia con l’equinozio di primavera (il 20 o 21 marzo nell’emisfero nord, e il 22 o 23 settembrenell’emisfero sud), e finisce con il solstizio d’estate (il 21 giugno circa nell’emisfero Nord ed il 21 dicembre nell’emisfero sud). Nell’anno corrente (2012),essendo bisestile, l’equinozio sarà il 20 marzo.

Secondo una definizione in uso nella meteorologia, non legata alla data dell’equinozio, la primavera è il periodo di tre mesi intermedio tra la stagione più fredda (inverno) e quella più calda (estate). Questo periodo viene normalmente individuato nei mesi di marzo, aprile e maggio nell’emisfero nord, e settembre, ottobre e novembre nell’emisfero sud.

Nelle feste pagane l’arrivo della primavera viene festeggiato ogni anno. Questa stagione viene vista quale periodo di rinnovamento e di fertilità e viene rappresentata tramite l’allegoria del ritorno di Persefone alla madre Demetra dopo il suo soggiorno con Ade negli inferi.

Secondo alcune tradizioni viene rappresenta anche come l’avvento della vita e la resurrezione della natura dopo il pieno inverno. La festa di primavera prevede cerimonie che comprendono riti sessuali che vanno ad onorano il sole è accogliente e riscaldando i raggi dopo il freddo dell’inverno, con le sue brevi ore di luce, neve e notti tempestose. Per le tradizioni pagane la primavera porta la promessa di giornate più lunghe e più calde che offrono vivificante forza e calore.

Tra le festività pagane dell’equinozio di primavera troviamo la “Festa degli alberi” legata al culto della divinità romana “Anna Perenna” e i Misteri Eleusini.