Curiosità del mare e il suo habitat: Come si muovono le onde? sapetelo

 

ONDE MARE

Come si muovono le onde?
Guardando il mare, soprattutto quando è agitato, sembra che esso ci venga incontro, che si muova avanti e indietro.
In realtà non è così: il mare si muove solo su e giù, come fa una palla che rimbalza.

ONDA MARE ANIMATA

 Formazione  DELLE ONDE

Le onde marine sono un caso particolare di onda fisica nelle quali è messa in moto la superficie d’acqua principalmente a causa dell’azione del vento e in generale della circolazione atmosferica; i venti possono farsi sentire, nel mare aperto, fino ad una profondità massima di 150 metri. In questo caso l’onda si forma perché il vento spinge lo strato d’acqua superficiale, cedendo parte della sua energia cinetica e quantità di moto, e fornendolo di una velocità superiore allo strato d’acqua sottostante; per attrito viscoso ogni strato d’acqua con velocità differente tende a trascinare lo strato sottostante più lento e nel contempo a rallentare, da cui si intuisce che, se non sono continuamente alimentate o non incontrano prima un ostacolo, sono destinate rapidamente a dissolversi o dissiparsi.

L’attrito tra il vento e la superficie dell’acqua fa muovere le particelle superficiali di un moto circolatorio: l’onda prodotta cioè non è perfettamente ne trasversale ne longitudinale, ma assume una forma d’onda ed una propagazione mista tra le due. A volte il mare o l’oceano appare mosso da onde superficiali anche in assenza di vento: questo semplicemente accade perché il moto ondoso osservato è un moto ondoso residuo ovvero prodotto in altre zone dell’oceano o del mare dove invece si fa sentire l’azione dei venti che generano onde in successiva propagazione. L’onda è l’energia che il vento imprime sull’acqua e le particelle d’acqua sprigionano.

Altre cause

Onde generate dal vento di Ponente

ONDA MARE PONENTE

Le onde sono anche formate dalle correnti marine che determinano la circolazione delle acque nei mari a causa della differente temperatura e salinità delle acque. Le correnti marine possono avere movimenti orizzontali e verticali.

Le onde possono anche formarsi a causa di eventi non comuni come terremoti che creano onde chiamate tsunami o maremoti. I maremoti possono essere generati sia da terremoti sottomarini sia da eruzioni vulcaniche o frane sottomarine.

Anche il distacco di ghiacci dal fronte di ghiacciai che terminano sul mare possono in alcuni casi generare delle onde di notevoli dimensioni. Tipici di questo fenomeno son per esempio i ghiacciai dell’Antartide durante la stagione estiva.

Dimensioni

La dimensione delle onde dipende molto dall’ampiezza del bacino d’acqua in cui si formano e dall’energia della sorgente che le ha generate. In condizioni normali, nel mare aperto, si possono raggiungere i 6 metri di altezza nel Mar Mediterraneo ed i 18 metri di altezza nell’Oceano Atlantico e nell’Oceano Pacifico. Quando però un’onda incontra un ostacolo può innalzarsi e raggiungere altezze ragguardevoli; le onde più alte formate in questo modo possono essere viste nelle tempeste a sud-ovest del Capo di Buona Speranza. Le dimensioni maggiori si raggiungono proprio nell’emisfero australe in quelle zone dell’oceano a medio-alte latitudini dove, in assenza di terraferma e continenti e quindi di attrito, i venti oceanici occidentali spirano costanti e indisturbati (i noti ruggenti 40° e i 50° urlanti).

Sono state inoltre osservate particolari onde dette onde anomale alte da 25 a 30 metri, di cui non si conoscono con precisione né le cause né l’origine e soprattutto con caratteristiche di imprevedibilità.

you might also be interested
IL PRESENTE ♥ THE PRESENT  We spend our lives hoping for a different tomorrow that
The sea did not speak in sentences but in verse..                                                                                                                                        Jack Kerouac
Amiamo alla follia il colore del mare quando in realtà esso é solo lo specchio
Un giorno l'onda chiese al mare: "mi vuoi bene?". Ed il mare le rispose: "Il
“Non molto. Davvero non molto conta. Alla fine della giornata, se hai sorriso più di
Previous Entries BUONGIORNO Next Entries Vita da pescatore